windows 10 perde quote di mercato
Linux Software

Windows 10 perde quote di mercato, Ubuntu cresce

Microsoft è stata coinvolta in una strana situazione, e cioè che se il sistema operativo, Windows 10, ha perso quote di mercato per due mesi consecutivi, e la ragione non è altro che Ubuntu.

Questa distribuzione ha chiuso il mese di marzo con una quota di mercato dello 0,27%, ma aprile ha chiuso con l’1,89%, con una crescita del 599%.

Linux non ha aiutato in quanto è sceso da 1,07 allo 0,97%.

Se guardiamo in generale, Windows 10 guida tranquillamente la quota di mercato con il 52,68% (contro il 56,08% in aprile e il 57,34% in marzo), seguito da Windows 7, che nonostante il supporto poco sviluppato di gennaio di quest’anno , mantiene un’impressionante quota di mercato del 29,34% e il podio è chiuso da Mac OS X 10,14 con il 4,10%, seguito da vicino da Windows 8.1 con una quota del 3,74%.

La ragione di questo calo dall’autunno è legata alla pandemia di COVID-19, in cui la maggior parte delle persone ha lasciato i propri uffici per lavorare a casa, mentre Ubuntu, questa enorme crescita non è spiegata, ma potrebbe essere così  visto che, con tutto il tempo libero a disposizione, gli utenti abbiano deciso di sfruttare e dare una possibilità per conoscere ed apprezzare questo sistema operativo.