Vantaggi e svantaggi dei principali servizi per pagare con il cellulare
Tecnologia

Pagare con il cellulare conviene? Vantaggi e svantaggi dei principali servizi

In questo articolo spiego come funziona Apple Pay o Google Pay, due dei servizi più utilizzati per pagare con il cellulare.

Il denaro è sempre più digitale. Da quest’anno, per la prima volta in Italia, si paga di più con le carte di credito che in contanti nei negozi. Questo è senza dubbio un segno dei tempi che avanzano verso il futuro.

Criptovalute, Gateway di pagamento, Applicazioni di pagamento. Il cellulare intelligente, per sua natura, è diventato il portafoglio digitale ideale. Sempre più utenti utilizzano il proprio terminale per acquistare. Ma sul mercato ci sono diverse alternative che presentano uguaglianze e differenze.

Apple Pay

Questo è il sistema di pagamento mobile della casa di Cupertino per il suo ecosistema digitale. Il suo funzionamento è molto semplice. È veloce da configurare ad esempio dall’iPhone. Devi solo aprire l’applicazione installata per impostazione predefinita Wallet e seguire una serie di pagamenti. La prima cosa è aggiungere una nuova carta, quindi è necessario disporre di una banca di riferimento. Puoi aggiungerne diversi. Il sistema è semplice: deve essere scansionata dalla videocamera mobile.

Alcuni dati devono essere impostati e, con la relativa autorizzazione della propria banca, nel giro di pochi minuti possono essere già utilizzati nei negozi.

L’unico requisito è che devi pagare al terminale POS che deve avere un sistema wireless “contactless“. Pertanto, utilizzando il chip NFC integrato nel cellulare, il pagamento può essere autorizzato tramite un sistema di autenticazione, tramite impronta digitale (Touch ID) o riconoscimento facciale (Face ID).

È veloce e ha molte entità finanziarie compatibili, oltre a essere in grado di pagare in diversi servizi finanziari compresi.

Apple garantisce che è sicuro e che i dati sono crittografati, in modo che i movimenti finanziari non possono venire monitorati. Quando effettui un acquisto, Apple Pay utilizza un numero di dispositivo specifico e un codice di transazione univoco.

In questo modo, il numero della tua carta non viene mai memorizzato sul tuo dispositivo o sui server e il gigante della tecnologia afferma che non lo condivide con i commercianti. La chiamata della carta viene effettuata premendo due volte il pulsante di spegnimento del cellulare. Il problema è che, a volte, i POS non sono compatibili o il riconoscimento non riesce a causa della mancanza di copertura, il che significa che si è costretti comunque a tenere nel portafoglio denaro contante o carta di credito per ogni evenienza.

Google Pay

È un servizio di pagamento mobile che funziona solo attraverso il sistema operativo Android, l’ecosistema più popolare sul mercato con oltre il novanta percento della quota di mercato. La cosa buona è che esiste una grande varietà di dispositivi compatibili e molti marchi, rendendo facile prepararne uno a tale scopo a prezzi diversi.

Il servizio è un modo semplice e veloce per pagare in milioni di siti: online, nei negozi e in molti altri. Ti offre tutto il necessario per fare i tuoi acquisti e promette di mantenere i tuoi dati “sicuri“. Per fare ciò, deve essere scaricato direttamente sul dispositivo, nel caso che non sia già installata. Tutte le carte sono compatibili e alcune possono essere utilizzate in più luoghi.

È anche più facile pagare rapidamente su applicazioni e siti Web preferiti. La meccanica è altrettanto semplice e quindi richiede la scansione e la registrazione delle carte. Pertanto, con la semplice pressione di un pulsante è possibile pagare i biglietti per i mezzi pubblici, acquistare i biglietti, effettuare l’acquisto e molto altro. L’aspetto più negativo è la limitazione di entità compatibili.

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.