come pulire la tastiera del laptop
Computer Telefonia

Coronavirus : come disinfettare lo smartphone,il mouse e la tastiera del PC

Perché tenere le mani pulite è uno dei requisiti su cui l’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) e altre organizzazioni mediche e sanitarie stanno ponendo maggiormente l’accento ?

Stringere le mani o toccare qualcuno affetto da Coronavirus non ti farà star male, ma se porti quella mano alla bocca, al naso, agli occhi, a una ferita aperta o ad altre aree del corpo, potrebbe esserti fatale, da qui l’insistenza per le mani pulite.

Ma possiamo anche aumentare la protezione pulendo gli strumenti che giornalmente utilizziamo per divertimento o per lavoro.

Un mese fa l’OMS ha sottolineato il numero di domande sul fatto che fosse sicuro acquistare su AliExpress che il Coronavirus “non sopravvive a lungo su oggetti, come lettere o pacchi”.

Ma se ti metti in contatto con qualcuno che lo fa come per esempio, una persona in metropolitana, un collega, i dispositivi che stai usando possono diventare contaminati.

Disinfetta il cellulare

Sterilizzatori UV

In concomitanza con le notizie di Apple, che ha annunciato che non esiste alcun rischio nella pulizia dell’iPhone con salviettine disinfettanti, ti dirò come disinfettare il tuo smartphone.

Cominciamo con le soluzioni più estreme: i gadget di sterilizzazione che vendono su siti Web come Amazon, che per 38-50 euro consistono in una scatola in cui mettere il telefono e attivare una serie di raggi UV che sterilizzeranno il terminale. Un esempio e visionabile a questo link. Di per sé è la soluzione molto costosa ma anche la più efficace, anche se è meglio cercare soluzioni per disinfettare lo smartphone più economiche.

Alcool e acqua?

Nessun lavavetri, niente salviette di carta, niente aria compressa, tanto meno aceto o struccante. Nulla di tutto ciò che dovresti usare con il tuo cellulare, perché essendo tali metodi invasivi puoi ridurre o eliminare direttamente gli strati di protezione oleorepellente e idrofobo che molti produttori implementano sugli schermi dei loro telefono.

Alcool isopropilico e acqua distillata?

L’uso di questi materiali tende a provocare una disparità di opinioni tra gli esperti:

  • Il sito Web CNET, ad esempio, raccomanda di non usarli e di usare semplicemente un panno in microfibra inumidito con acqua distillata – non versare mai direttamente l’acqua sul telefono – per pulire lo schermo, la superficie e i lati dello smartphone.

Ma è abbastanza per disinfettare il cellulare?

Altri consigliano una soluzione di alcool isopropilico diluito in acqua distillata per ridurne l’impatto ma non eliminarlo, e puoi seguire questi passaggi: 

  • Rimuovere il coperchio se è presente in uno. Se impieghi molto tempo, potresti vedere che c’è abbastanza sporco che aderisce al bordo in cui il cellulare e la custodia si toccano. La prima cosa che faremo è controllare le porte e gli spazi del telefono e vedere come è la porta di ricarica, l’uscita audio per le cuffie se ce l’hai, gli altoparlanti, ecc.
  • Ora fai lo stesso con la custodia del telefono cellulare, rimuovi anche tutta la ruggine accumulata su superfici, angoli e altri fori.
  • Diluire un po ‘di alcool isopropilico in una ciotola di acqua distillata: c’è chi preferisce mescolare entrambe le soluzioni al 50% o preferisce il doppio dell’acqua rispetto all’alcool. Inumidire il panno in microfibra e pulire l’intera superficie del telefono, non solo lo schermo.
  • Utilizzare la stessa soluzione con la custodia, interna ed esterna
  • Dovrebbero asciugarsi immediatamente: è anche possibile accelerare il processo passando un altro panno in microfibra asciutto. Rimetti la custodia e voilà: per il momento hai già il tuo cellulare privo di germi.

In Amazon e altri siti Web vendono solitamente kit di pulizia per smartphone che portano ciò che è necessario per i passaggi che abbiamo descritto in precedenza. Anche se osserva sempre che le soluzioni che portano – se ad esempio vengono fornite con uno spray – non sono troppo invasive.

Disinfettare la tastiera

Se lavori o usi regolarmente la tastiera di un computer, avrai sicuramente visto l’enorme quantità di sporco che può essere raccolto. Disinfettarlo, specialmente se ci si trova in un ambiente di lavoro come un ufficio, ti farà stare più tranquillo in queste settimane di incertezza.

Se è una tastiera USB

  • La prima cosa da fare è scollegarla dal PC, e una volta spenta, capovolgila per far cadere tutto lo sporco.
  • Per una pulizia più efficace, sarà necessaria una bomboletta di aria compressa che potrai ordinare tranquillamente su Amazon, con la quale rimuovere i resti che non sono usciti dopo aver ruotato la tastiera. Se non hai una bomboletta di aria compressa, ma hai un aspirapolvere portatile – come quello usato per il cruscotto e i sedili di un’auto – usalo per aspirare detriti e detriti sulla tastiera. In alternativa, puoi usare un pennello o un pennello piccolo e pulire a fondo
  • Ora avrai bisogno di cotton fioc e alcool isopropilico: si asciuga molto più velocemente dell’acqua. Immergi la testa del bastoncino nell’alcool e passalo attraverso i tasti e le fessure della tastiera. Usa tutti quelli di cui hai bisogno per assicurarti di lasciarlo pulito.
  • Versare un po ‘di quell’alcool in un panno in microfibra e pulire l’intera superficie della tastiera, i lati e il retro. Utilizza un altro panno asciutto per asciugare tutto più velocemente. Collega la tastiera e scopri come funziona ora.
  • Se si tratta di una tastiera meccanica, è possibile effettuare una pulizia più accurata rimuovendo i tasti uno per uno. Ciò consente di pulire meglio la superficie della tastiera, i contatti e l’interno dei tasti, rendendo il processo più efficace. E vendono anche strumenti per separare con cura le chiavi.

Se è una tastiera per laptop

  • Questo è un po ‘più complicato, perché la tastiera è attaccata alla superficie del laptop. La prima cosa da fare è la stessa di prima: capovolgi il laptop per far uscire lo sporco grossolano
  • Sebbene ci sia molto meno spazio, ci sono ancora spazi vuoti tra la tastiera e la superficie. Usa una bomboletta di aria compressa, un aspirapolvere o una spazzola per un primo passaggio sulla tastiera. Quindi pulire con un panno in microfibra asciutto.
  • Se c’è molto sporco, usare tamponi o un pezzo di cotone imbevuto di alcool isopropilico – alla fine impariamo il nome oggi – per lo sporco bloccato tra i tasti e la cornice della tastiera.
  • Se sei uno smanettone o hai il coraggio di farlo seguendo un tutorial di YouTube, puoi provare a smontare i tasti per pulire i contatti più a fondo. In caso contrario, Amazon e i negozi vendono kit di pulizia per cercare di rimuovere lo sporco massimo.
  • Accendi il laptop e controlla come la tastiera risponde ora. 

Disinfetta il mouse

Oggi la maggior parte dei mouse che utilizziamo sono ottici o laser, quindi i mouse a sfera o analogici sono già una rarità. Per pulirli avrai bisogno esattamente dello stesso della tastiera e i passaggi sono simili:

  • Scollegare il mouse dal PC. Se hai una batteria, rimuovila
  • Passare sopra un panno in microfibra asciutto per rimuovere un primo strato di sporco. 
  • Usa uno stecchino per estrarre lo sporco incorporato – se ce l’hai – da aree come la ruota, i giunti dei pulsanti, l’accumulo sotto il sensore ottico.
  • Alcool e bastoncini, non bagnarli troppo e pulisci con loro l’intera superficie del mouse, i pulsanti e (delicatamente) l’area del sensore. Lasciare asciugare o rimuovere il residuo con un panno in microfibra asciutto.
  • Non dimenticare di pulire anche il tappetino del mouse, che di solito raccoglie anche lo sporco. Ora collegalo al PC e controlla come va.