diventare investigatore privato
Curiosità

Come diventare investigatori privati

Pochi sanno che diventare investigatore privato e realizzare il sogno di lavorare in un’Agenzia Investigativa Roma è un lavoro che richiede molte conoscenze, dalle lingue all’informatica fino all’uso degli strumenti per realizzare foto e video da portare come prova. Vediamo allora quali sono i passi per diventare investigatore privato.

I passi per diventare investigatore privato

Chi vuole diventare investigatore privato deve avere una laurea in giurisprudenza o economia a cui aggiungere un Master in criminologia o scienze dell’investigazione. Completano la formazione dell’Investigatore Privato Roma un triennio di praticantato e i corsi di aggiornamento ai sensi del DM 269/10.

Tale decreto indica anche la differenza tra investigatore privato titolare di istituto, dipendente e informatore commerciale titolare o dipendente. Entriamo nei dettagli.

Come diventare investigatore privato dipendente o titolare di istituto

Per diventare un investigatore privato dipendente serve la laurea, tre anni di pratica come collaboratore presso un investigatore titolare di istituto da almeno 5 anni e la partecipazione a corsi di aggiornamento accreditati dal Ministero dell’Interno. Un’alternativa è l’aver svolto attività di indagine nei reparti investigativi delle Forze di Polizia per 5 anni e aver lasciato il servizio da almeno 4 anni senza demerito.

Chi vuole diventare investigatore privato titolare di istituto deve avere la laurea in Psicologia a Indirizzo Forense, Scienze Politiche, Giurisprudenza, Economia, Sociologia, Scienze dell’Investigazione o corsi di laurea equivalenti oltre a 3 anni di pratica come dipendente presso un investigatore privato autorizzato da almeno 5 anni. Non mancano i corsi di perfezionamento organizzati da enti riconosciuti e autorizzati dal Ministero dell’Interno.

Infine, chi vuole aprire un’Agenzia Investigativa in Italia deve avere la licenza di pubblica sicurezza, da richiedere alla prefettura, e iscriversi alla Camera di Commercio. Chi non è titolare di licenza può lavorare come investigatore privato solo con la qualifica di collaboratore professionale, svolgendo incarichi investigativi elementari.

Ricordiamo anche che ad oggi la professione di Investigatore Privato a Roma non è regolamentata e non esiste un albo professionale degli Investigatori Privati. Questo implica che non ci sono esami di abilitazione né titoli di studio univoci e specifici che garantiscono una adeguata specializzazione. Tuttavia è fondamentale una preparazione professionale di base che comprende:

  • licenza per l’esercizio della professione rilasciata dalla prefettura competente per sede di attività;
  • laurea;
  • corsi di aggiornamento e perfezionamento.

Se diventare investigatore privato a Roma è il tuo sogno e obiettivo professionale, ti consigliamo di intraprender un percorso di studi adatto per poi selezionare un’agenzia investigativa seria e affermata in cui svolgere il periodo di praticantato. Tante sono le opportunità che questo mestiere offre a giovani e meno giovani e tante le soddisfazioni personali e professionali che essere un investigatore privato professionista regala.

 

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.